Teaser

Altre pubblicazioni

Altre pubblicazioni e traduzioni

big_15465688_0_500-351.jpg

Karin Gaube e Alexander Pechmann

TEOLOGIA FEMMINISTA, GENESI E SVILUPPO

Traduzione dal tedesco di Vincenzo Noja

Casa Editrice Atanor, Roma 1992

Titolo dell’originale:
MAGIE MATRIARCHAT UND MARIENKULT, FRAUEN UND RELIGION. VERSUCH EINER BESTANDSAUFNAHME

Rowohlt Taschenbuch Verlag, Reinbek bei Hamburg, 1986

Dalla quarta di copertina:

Essere senza anima, immagine dell'uomo ma non di Dio, discendente diretta di Eva, simbolo di tentazione e di peccato: ecco il ritratto che della donna fece il cristianesimo, quando, intorno al quarto secolo cominciò ad occuparsi del "gentil sesso". Eppure l'emergente religione dell'Occidente doveva la propria sopravvivenza al contributo determinante dell'elemento femminile, in particolar modo delle diaconesse (investite in quei tempi di indubitate funzioni sacerdotali). Oggigiorno, sulle ipervie dune del deserto mesopotamico, in un incredibile "ritorno" alle sorgenti della nostra civiltà, la donna tenta di riscattare la sua millenaria sudditanza al patriarcato contribuendo, in una versione mascolinizzata e militaresca, alla "guerra del golfo" e condividendo col "sesso forte" gli stenti e i pericoli che, fino a poco tempo fà, rifuggiva anche per libera scelta. Queste due parentesi storiche rappresentano però gli estremi limiti di una ininterrotta ricerca, da parte della donna, di una propria identità con una personale visione del mondo e dello spirito, estranea il più possibile da ogni intervento maschile, inquinatore in quanto tale.

Miti, dottrine, vicende personaggi si susseguono, pertanto, nel presente saggio che gli Autori, in un accurato, benché sintetico, esame offrono all'attento lettore.

Nell'antro della civiltà contemporanea le tenebre sono, in proposito, ancora fitte ma, in fondo, molto in fondo, si intravede una luce, anche se timida, di grande speranza.

Dalle pagine 52 e 53:

Donne nel Medioevo

Nel medioevo il cristianesimo era religione predominante in Europa e le donne, a quel tempo, conoscevano solo due vie per la salvezza della loro anima: il matrimonio e la maternità, oppure la verginità. Nel matrimonio la donna era sottoposta all’uomo, il quale aveva su di lei diritto di rappresentanza e di educazione, dopo la morte del marito non poteva risposarsi. Per ogni deviazione da questa morale, per ogni “scappatella”, seguivano delle punizioni molto severe, mentre ben altra cosa erano le conseguenze per l’uomo. In sostanza la donna rimaneva limitata al ruolo di produttrice di bambini.

La condizione riconosciuta come sostitutiva della vita di coppia era la verginità.

Scrive la storica Annette Kuhn: “L’immagine della donna cristiana era la rappresentazione della donna ritirata, morigerata sessualmente, con poca attenzione verso le cose esterne, che viveva miseramente del minimo necessario, generosa e pronta ad aiutare poveri e malati, attenta a studiare le sacre scritture”[1] La storia religiosa femminista si concentra perciò su quelle forme di religiosità femminile che hanno condotto ad una vera e propria “mistica delle donne” ed al diffondersi della figura della monaca. Scrive Elisabeth Gössmann: “È un compito della teologia e della storia della filosofia distinguere queste donne dalla mistica e dalla storia della devozione, riscoprendo come teologhe, quale ruolo esse hanno ricoperto e quali influenze rivestite per la formulazione del credo, con una propria forma di contenuti religiosi”.[2]

In Germania, soprattutto, si distinsero tre monache molto famose riguardo a questa forma di religiosità femminile: la nobile badessa dell’alto medioevo Hildegard di Bingen, la beghina Mecthild di Magdeburg e “la sorella girovaga” Katrei di Strasburgo.

[1] Kuhn Annette, Frauen in Mittelalter, vol. 2, Düsseldorf, 1884, p. 44.

[2] Gössmann Elisabeth, Das wohlgelahrte Frauenzimmer, München, 1984, p.11.


big_15465690_0_500-364.jpg

Titolo dell'originale: Titurel

Wissenschaftliche Buchgesellschaft, Darmstadt 1971
Traduzione di Vincenzo Noja
Apparato critico di Angelica Mezzolla, Adolfo Morganti e Andrea Piras
Casa Editrice Il Cerchio, Iniziative Editoriali Rimini

Dalla copertina:

Il Titurel, benché sia stato l'ultimo poema composto da Wolfram von Eschenbach, rimasto mutilo a causa della sua morte, narrativamente si colloca anteriormente al più noto Parzival, raccontando nella prima parte la genealogia dei Re del Graal e le funzioni del Popolo del Graal e, nella seconda parte, la vicenda amorosa dei due giovinetti Sigune e Schionatulander, un esempio tra i più alti di Amor cortese nella letteratura cavalleresca dell'Europa medievale.

Composto originariamente in versi, per questa prima edizione italiana si è scelto di volgere il testo in prosa, sia per renderlo più accessibile, sia per l'impossibilità di rendere il ritmo originale del verso in lingua italiana.

Della vita di Wofram von Eschenbach si hanno ben poche notizie:

nato verso il 1170 da una famiglia della piccola nobiltà bavarese e morto intorno al 1220, servì al seguito di diversi signori feudali in Baviera, Svevia e Stiria.

Divenuto senz'altro il più esemplare esponente della letteratura medievale tedesca, Wolfram von Eschenbach deve la sua notorietà, oltre alla sua abilità di Minnesänger, o "cantore d'Amore" (ci restano diversi suoi componimenti poetici), sopratutto al poema cavalleresco Parzival, l'unico giunto fino a noi integralmente.

Le altre sue opere, purtroppo incomplete, sono il Willehalm, ispirato alla leggenda di Guglielmo d'Aquitania, e il qui tradotto Titurel.


big_15465692_0_400-380.jpg

Tutte le apparizioni della Madonna in 2000 anni di storia

Gottfried Hierzenberger, Otto Nedomansky

518 p. (Tit. delle più recenti edizioni: Dizionario cronologico delle apparizioni della Madonna in 2000 anni di storia/ Dizionari Piemme).

Titolo originale: Erscheinungen und Botschaften der Gottesmutter Maria.
Vollständige Dokumentation durch zwei Jahrtausende
© Pattloch Verlag im Weltbild Verlag GmbH, Augsburg 1993

Traduzione dal tedesco di Vincenzo Noja
Edizioni Piemme, Casale Monferrato 1996-2004 (7 edizioni)


Dalla copertina:

Nella storia della Chiesa le apparizioni della Madonna sono sempre state oggetto di giudizi controversi. Il Magistero, per il suo ruolo di custode della sana dottrina, raramente si è espresso in modo favorevole nei confronti di tali fenomeni. I fedeli invece, attratti da segni e prodigi straordinari, hanno trovato nelle apparizioni un alimento della loro fede e delle loro devozioni. Ma, quante sono state queste apparizioni e dove sono avvenute?

In ordine cronologico, dal primo secolo fino ad oggi, questo libro fornisce il resoconto di oltre novecento apparizioni, con una documentazione dettagliata sui luoghi, le circostanze, i veggenti, i messaggi della Madonna. Un importante saggio introduttivo aiuta alla comprensione del significato di queste apparizioni per la fede della Chiesa.

L'indice alfabetico di tutti i luoghi in cui sono avvenute le apparizioni, l'elenco dei veggenti e delle autodefinizioni mariane facilitano la consultazione del volume.

Gli autori:

Gottfried Hierzenberger, nato a Vienna nel 1937, ha studiato filosofia e teologia all'Università di Tubinga, dove successivamente ha anche insegnato. Collabora con numerose Case editrici ed è autore di numerose pubblicazioni in campo teologico, filosofico e storico.

Otto Nedomansky, nato a Vienna nel 1942, per molti anni ha raccolto informazioni e documentazioni sulle apparizioni della Madonna. Il suo materiale è servito come base per questo libro.


big_15465693_0_250-378.jpgbig_15465694_0_250-378.jpg

La profezia dei papi di san malachia (Vescovo)
Titolo originale: Die Papstweissagung des hl. Bischofs Malachias
Turm Verlag Bietigheim, 1985
Versione italiana e note aggiunte di Vincenzo Noja
Edizioni Segno, Udine 1997

Dalla quarta di copertina:

San Malachia nacque in Irlanda, ad Armagh (Ulster), da genitori cattolici. Gli storici sono concordi nel collocare la sua esistenza tra il 1094 e il 1148. Il suo vero nome era O' Morgair. In virtù delle sue grazie mistiche e della pia vita fu ordinato vescovo di Connor.

Ordinato vescovo di Armagh nel 1139 si recò a Roma per discutere con papa Innocenzo II la situazione e l'assetto della Chiesa d'Irlanda. Durante questa visita, per consolarlo, san Malachia avrebbe confidato al pontefice, fortemente minacciato dai suoi nemici, l'Oracolo dei Papi.

Condivise l'amicizia di san Bernardo di Chiaravalle (e proprio in questo luogo il grande profeta irlandese rese l'anima a Dio), il quale lo riteneva uomo di profonda spiritualità: "parlava solo di cose serie o proprio per niente".

Da san Bernardo venne persino paragonato ad un secondo Mosè o ad secondo Elia.

In questo libro riportiamo i suoi famosi motti profetici.


big_15465696_0_250-375.jpgbig_15465698_0_250-375.jpg

Edizioni Segno, Udine 1998


 big_15465697_0_250-375.jpg

Franz Hartmann, nel vestibolo del tempio della saggezza

Titolo dell'opera originale:
Im Vorhof des Tempels der Weisheit
von Dr. Hartmann
SCHATZKAMMER VERLAG Hans Fändrich Calw (Württ)

Versione italiana, profilo biografico dell’autore e note aggiunte
a cura di Vincenzo Noja

Sear Edizioni, Casalgrande Re 1999

Ampio e documentato studio sulla misteriosa confraternita che da quattrocento anni rappresenta il più intricato enigma di tutta la storia iniziatica occidentale. Sulla base di antichi documenti la dottrina esoterica rosacruciana viene affrontata nelle sue molteplici sfaccettature(simbolismo, cosmologia, teologia, fisiogonia, iniziazione, alchimia, magia, ecc...), mentre parallelamente, vengono studiate le diramazioni della Fraternità e le principali figure, vere o leggendarie, dei Fratelli Rosa+Croce.

Dal libro: «Si sono proposte molte ipotesi per spiegare il titolo di Rosa-Croce. Secondo la prima, questo nome deriverebbe dal fondatore della fraternità, Cristiano Rosenkreutz. Ma le ricerche degli eruditi hanno provato, come si è potuto vedere nel corso di questo studio, che questo personaggio è molto probabilmente leggendario. La seconda ipotesi fa venire la parola dal latino Ros, rugiada e Crux, croce...».

IL VALORE SPECIALE DI QUESTO LIBRO È QUELLO DI DARE UNA CHIAVE PER I SIMBOLI SEGRETI DEI ROSACROCE.
CI VENGONO COMUNICATI DALL’ HARTMANN REGOLE E DOVERI DELLA

FRATELLANZA ED I SIMBOLI SEGRETI, I QUALI HANNO UN SIGNIFICATO COSÌ PROFONDO DA RAPPRESENTARE UN GRAN VANTAGGIO PER LO SVILUPPO SPIRITUALE DI OGNI CREATURA MORTALE.

Cerca il Maestro in te

“L’amore deve nascere nel cuore umano e perciò non può essere dato, la Verità è Una ed eterna, c’è solo una Sorgente ed è la Sorgente dell’amore. Dove si trova l’entusiasmo notiamo sempre la nascita dell’amore Divino. Noi siamo in possesso di una luce, che illumina i profondi abissi dell’oscurità e con la quale possiamo conoscere i misteri profondi. Noi abbiamo un Fuoco che ci alimenta ed ha origine da un miracolo della natura. Tutto quello che si trova in questo mondo inferiore è attribuito alla nostra volontà, perché quest’ultima si identifica con la Legge Divina; nonostante ciò la nostra volontà è libera e non è legata a nessuna legge. Vuoi divenire un membro del nostro Ordine? Se lo vuoi devi andare nel tuo proprio cuore e ascoltare la voce del silenzio! Cerca il Maestro in te stesso e ascolta le sue illuminazioni! Impara a conoscere la Divinità, che cerca di apparire nella tua anima. Lancia la tua ignoranza lontana da te e diventa perfetto in Dio”.

Franz Hartmann

L'autore:

Franz Hartmann, medico bavarese (1838-1912), fu un eminente teosofo rosicruciano, fautore del Cristianesimo esoterico. Nelle sue numerose opere ha saputo sapientemente tratteggiare, con una chiarezza spontanea, il rapporto esistente internamente ad ogni uomo, tra l'anima, lo spirito e il corpo. E il rapporto esistente tra quest'ultimo, il Cosmo, le anime dei morti e degli spiriti astrali che pullulano l'universo.

L'esoterismo di Hartmann è "Scienza assoluta dello Spirito", molto vicina alla Luce dello Spirito Santo e non trastullo intellettuale per il soddisfacimento egocentrico dell'uomo o di ricerca curiosa da ultimo salotto borghese.

Il Teosofo Franz Hartmann ha dedicato gran parte della sua vita alla ricerca attnta e seria dei fenomeni occulti e delle leggi naturali, per scoprire la "Verità ultima", che è Dio.


15465700.jpg

La presente antologia dal Liber Celestis di santa Brigida di Svezia è tratta dai quattro volumi di Ludwig Clarus S.J., Leben und Offenbarung der heiligen Brigitta, Verlag von G. Joseph Manz, Regensburg, 1856.

Scelta antologica, traduzione dal tedesco, parte introduttiva e note a cura di Vincenzo Noja.

Edizioni Segno, Udine 2000


big_15465699_0_250-387.jpgbig_15465701_0_257-387.jpg

Dalla quarta di copertina:

Angeli e demoni si susseguono in questi racconti inediti di Martin Buber scritti contemporaneamente ai suoi famosi racconti chassidici.

Soprannaturale e miracoloso agiscono nel mondo terreno e sugli uomini rendendo visibili gli elementi della religione e dell'etica ebraica.

"Non c'è un confine stabile tra i vivi e i morti, tra gli angeli e i demoni, tra la pace e il tormento - scrive Paolo De Benedetti nella sua presentazione al libro -

ogni uomo compie il proprio camino non tanto guidato da idee e dottrine, quanto, se cosí possiamo dire, da ciò che sta dietro l'angolo. E quanti incontri misteriosi, per Buber, si fanno dietro l'angolo!".

L'autore

Martin Buber (1878-1965), filosofo e scrittore ebreo di origine austriaca, è uno dei massimi rappresentanti di un indirizzo filosofico centrato sulla persona e il suo valore, ciamato "personalismo religioso".

Gribaudi ha pubblicato: La leggenda del Baal-Shem, Discorsi sull'Ebraismo, Il cammino del giusto e Elia con Elie Wiesel.


big_15465703_0_250-375.jpgbig_15465704_0_250-375.jpg

Dalla quarta di copertina:

Giovanni Eckhart nacque intorno al 1260 nelle vicinanze di Gotha in Turingia, e morì ad Avignone nel 1328. Con lui finisce il Medioevo, ma il pensiero del maestro basato sulla sua stessa esperienza interiore, che conduce al primato dell'intelligenza, ha segnato nell'eternità una precisa via spirituale cristiana aperta all'esperienza pratica di tutti i credenti.

In questo libro l'autore ha tracciato un profilo della vita e del pensiero di Meister Eckhart, integrandolo con un'antologia mistica di riflessione tratte dalle sue opere più importanti.

"L'uomo deve cogliere Dio in tutte le cose ed avvezzare il suo animo a possederlo come presente nello spirito, nel pensiero e nell'amore. Osserva come sei disposto verso il tuo Dio. Mantieni la medesima disposizione di spirito che hai in chiesa o nella cella e portala in mezzo alla folla, nel tumulto delle cose estranee".
(da: Discorsi dl discernimento)

Edizioni Segno, Udine 2004


big_15465705_0_250-386.jpgbig_15465706_0_241-386.jpg

 big_15465707_0_250-375.jpg

Cristianesimo interiore piccola antologia a cura di Vincenzo Noja

Una grande lezione di spiritualità da uno dei maestri più apprezzati del
nostro tempo, certosino, grande predicatore e direttore spirituale. La vera
religione come unione con Dio, la mistica e l'ascesi, la preghiera, la
meditazione e la contemplazione sono i grandi capitoli di un libro liberante,
che riporta il cristianesimo alle radici più profonde della mistica e indica
una pedagogia dell'anima vicina alla vita di ogni uomo libero.

Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (Mi) 2005


 big_15465708_0_250-344.jpg

Meditazioni Mariane ed altri scritti mistici di François Pollien

Degno figlio di San Bruno, padre Pollien fu un grande devoto e appassionato della Madonna. Egli ne imitò le virtù attentamente, innanzittutto vestendosi di umiltà e di amore; riportò tutte le cose a Lei e al suo Figlio divino, nostro Signore Gesù Cristo. Dalla sua copiosa produzione nasce quest'Antologia, i cui testi sono stati scelti e curati al fine di introdurre al pensiero e alle meditazioni del pio certosino. Essa vede la luce con l'auspicio che possa essere di consolazione e di benefico aiuto alla anime devote, sincere ricercatrici di Dio. Le significative pagine di questo fecondo Scrittore di Dio ispirato dallo Spirito Santo, straordinario maestro di vita interiore e tenero innamorato di Maria Santissima, potranno rendere l'idea, se ben meditate, di quanta grazia possiamo ricevere glorificando il Dio incarnato per la felicità degli uomini (Lc 2,14).

Editrice Ancilla, Conegliano TV 2006


big_15465937_0_250-392.jpg

Giovanni Taulero, L’esperienza profonda di Dio
Dall'Introduzione:

Questo libro si ripropone idealmente la stessa intenzione del beato Taulero: ispirare le donne e gli uomini di buona volontà all'amore di Dio attraverso l'esperienza contemplativa. Pur diffondendo e seguendo la dottrina mistica di Maestro Eckhart, Taulero la spoglia del pesante mantello speculativo, gettando le basi di una mistica pratica ed essenzialmente contemplativa. Con questa selezione di diciotto prediche, della Passione di nostro Signore e di altri testi del Maestro, abbiamo inteso offrire un agevole e completo manualetto di spiritualità, incentrandolo sull'esperienza profonda di Dio, utile a tutti quelli che avessero intenzione di intraprendere la seria ricerca del Divino alla luce degli insegnamenti tauleriani. Con il proposito di pubblicare una scelta antologica che fosse pure uno sguardo d'insieme alla vasta opera del beato predicatore abbiamo attinto dai suoi testi mistici più significativi, corredandoli di un commentario in note e di un'esauriente introduzione. L'insegnamento del "Dottore illuminato" ha per unico fine la preparazione del credente a una vera e santa vita, "perché una santa vita prepara a una morte santa."

Edizioni Il leone verde, Torino 2008

img_003.jpg
img_004_klein.jpg

 PAGINE SCELTE E CURATE IN ITALIANO MODERNO A CURA DI VINCENZO NOJA

Santa Ildegarda di Bingen - Visioni cosmiche e rivelazioni divine - Editrice Ancilla

Vincenzo Noja


ISBN: 9788897420415
Formato: 21x15 cm
Categoria: Santi e Beati

€ 10,80 invece di € 12,00

 

Guaritrice e profetessa, mistica e veggente, scienziata e scrittrice, Santa Ildegarda di Bingen (1098-1179) fin dalla prima infanzia ha fatto esperienza di Dio, che si è mostrato a lei come "Luce vivente" per rivelarle i misteri divini.

Da ottocento anni le sue opere (Conosci le vie, Libro delle opere divine, Libro dei meriti di vita, nonché due libri di medicina naturale e inni sacri) vengono lette e meditate dal popolo di Dio e studiate da ricercatori di fama internazionale.

Una donna eccezionale che ha superato i confini del suo tempo emergendo nella storia perché, nel suo desiderio di totale appartenenza al Signore, ha coinvolto se stessa interamente: le sue doti umane peraltro non comuni, la sua acuta intelligenza e la sua capacità di penetrare le realtà celesti.

 

La presente Opera consente al lettore di acquisire la conoscenza di quale mirabile disegno Dio ha avuto sulla sua cara figlia Ildegarda.

 

Indice del libro

INTRODUZIONE

- Le mistiche cristiane, Ildegarda di Bingen e la coscienza cosmica

- Ildegarda, mistica profetica

- La visione della Luce vivente

- La mariologia di Santa Ildegarda

- La fama di saggezza

- Su questo libro

 

PARTE PRIMA

LA VITA E LE OPERE DI SANTA ILDEGARDA

Quadro cronologico sintetico della vita di Ildegarda di Bingen

CAP. I - Ildegarda, Jutta e San Disibodo

CAP. II - Visioni, profezie e rivelazioni divine

CAP. III - Le Opere di Ildegarda

CAP. IV - Le sei regole auree della buona salute

Effetti terapeutici di alcune erbe medicinali

Alcune indicazioni sugli alimenti nocivi

Cenni circa la sessualità e la procreazione

CAP. V - Le nuove fondazioni monastiche: San Ruperto e Elbingen (1147-1152)

CAP. VI - Ildegarda, profetessa itinerante: viaggi e predicazioni

CAP. VII - L'amica mistica: Elisabetta di Schonau

CAP. VIII - Le guarigioni miracolose

Il difficile caso di Sigewize. la giovane posseduta

Altri casi di esorcismo

Esorcismo con il legno del cipresso

CAP. IX - La lotta per la moralizzazione della Chiesa

CAP. X - Il beato trapasso

 

PARTE SECONDA

ANTOLOGIA

CONOSCI LE VIE

- La visione delle vie divine

- Umiltà e carità

- L'origine del maligno

- La lotta interiore

- La sinagoga

- Gli Angeli

Le nove schiere angeliche

Il simbolismo di questa visione

- Il Salvatore

- L'origine della vita. La Trinità

- Il Sacramento della Comunione

- La potenza luminosa dell'Onnipotente

- La visione del Figlio dell'uomo

- Verso la fine

- Il giorno della grande apparizione

- La lode a Maria Santissima e agli Angeli

 

LIBRO DELLE OPERE DIVINE

- Nel mistero di Dio

- L'uomo si trova di fronte alla scelta tra il bene e il male

- L'anima e la penitenza

- L'impurità

- I tre elementi dell'uomo

L'anima

L'anima diffonde le energie del corpo

Il corpo e il suo simbolismo

La testa

Il petto, l'anima e le sue energie

L'anima e il corpo

La maestra e l'ancella

I mesi dell'anno scecondo l'anima e il corpo dell'uomo

- Il diverso temperamento di quattro apostoli

 

LIBRO DEI MERITI DI VITA

- L'ingordigia

- La disperazione

- Dio, il fuoco che opera

- L'arte diabolica

- La visione dell'inferno

- Le anime purificate

- La discordia e la concordia

- La penitenza

- Il maleficio

- La voce del Figlio dell'uomo

 

MEDICINA E SCIENZA NATURALE

- Il rossore dell'atmosfera

- La calendula

- L'assenzio

- Igiene e benessere dentale

- Il verde

- Il cigno

- Le pietre preziose

La guarigione psicosomatica con le pietre preziose

Il crisolito

Il giacinto

Il sardio

Il diamante

L'onice

Il rubino

CONCLUSIONE

FONTI

BIBLIOGRAFIA GENERALE